Il crowdfunding


Il progetto debutta pubblicamente nell’ottobre 2011 con il nome “C.A.R.S.”, acronimo di “Community Assisted Racing Sim”,  scelto a sottolineare l’ambizioso e innovativo obiettivo di questa realizzazione: sviluppare un simulatore di guida con il contributo decisivo, sia in termini economici che in termini di test e di feedback, direttamente proveniente da una comunità di appassionati.

Il progetto viene aperto ai sottoscrittori, che possono aderire scegliendo tra diversi “toolpacks”:

TOOLS PERKS
SENIORMANAGER Può creare thread riguardanti il progetto
Può mandare messaggi privati agli sviluppatori
Possibilità di avere un sotto-forum dedicato
Può partecipare ai meeting
Può giocare tutte le builds
Ha accesso agli script del gioco
Trattamento VIP ai Track Days
Riceve una copia gratis del prodotto finito
Può avere un avversario virtuale nel gioco con il suo nome (con l’opportunità di avere la propria faccia nel gioco)
Due cartelloni pubblicitari a proprio uso
Due livree personalizzate create a suo piacimento
Può avere il proprio logo nel gioco come adesivo/decalcomania su una macchina
Accesso a vetture esclusive
Accesso a piste esclusive
Sconti su micro-transazioni ed altri contenuti
MANAGER Può creare thread riguardanti il progetto
Può mandare messaggi privati agli sviluppatori
Può partecipare ai meeting
Può giocare due build alla settimana
Ha accesso agli script del gioco
Priorità nell’accesso ai Track Days
Riceve una copia gratis del prodotto finito
Può avere un avversario virtuale nel gioco con il suo nome
Un cartellone pubblicitario a proprio uso
Una livrea personalizzata creata a suo piacimento
Può avere il proprio logo nel gioco come adesivo/decalcomania su una macchina
Accesso a vetture esclusive
Accesso a piste esclusiveSconti su micro-transazioni ed altri contenuti
SENIOR Può creare thread riguardanti il progetto
Può vedere i meeting in diretta
Può giocare build settimanali
Può partecipare ai Track Days
Riceve una copia gratis del prodotto finito
Può avere un avversario virtuale nel gioco con il suo nome
Accesso a vetture esclusive
Accesso a piste esclusive
FULL
MEMBER
Può creare thread riguardanti il progetto
Può leggere i riassunti dei meeting
Può giocare build settimanali
Riceve una copia gratis del prodotto finito
Può avere un avversario virtuale nel gioco con il suo nome
Accesso a vetture esclusive
TEAM
MEMBER
Può creare thread riguardanti il progetto
Può leggere i riassunti dei meeting
Può giocare build settimanali
Riceve uno sconto di 25€ sul prodotto finito
Può avere un avversario virtuale nel gioco con il suo nome
Accesso a vetture esclusive
JUNIOR Può rispondere in thread riguardanti il progetto
Può leggere i riassunti dei meeting
Può giocare build settimanali
Riceve uno sconto di 10€ sul prodotto finito

 

L’idea nasce dopo l’esperienza di Need For Speed: Shift e Shift 2: Unleashed, che aveva visto Slightly Mad Studios, al servizio di Electronic Arts, muoversi secondo indirizzi che sono quelli dettati dalle esigenze e dagli obiettivi di mercato tipici di una grande major.

Ma la passione è passione e così, da chi aveva scritto capitoli importanti nella storia dei simulatori di guida come GTR, GTR2 e GT Legends, ecco la voglia di un ritorno alle origini, di dare corpo al sogno di realizzare di nuovo un simulatore di buon livello, liberi da quelle pressioni che sempre più indirizzano la maggior parte della produzione videoludica internazionale.

Come fare quindi a dar corpo a questo progetto, senza dover scendere a patti con un grosso editore? Ecco cosa scriveva Ian Bell (boss degli SMS) su NoGripRacing, uno dei forum di riferimento delle simracing community di tutto il mondo, il 14 aprile del 2011:

Forse la community potrebbe investire nello sviluppo del gioco, possederne una parte e avere dei profitti. Costruiamo il gioco insieme con un forum enorme, cosicché ciascuno possa dare il suo apporto e avere una visione completa dello sviluppo. Sarebbe molto bello e avremmo tutti quello che vogliamo.

 

e per sottolineare le peculiarità del progetto:

Non penso sia mai stato fatto in questo modo prima d’ora. Il fan funding è stato fatto, nel senso che la gente può pagare in anticipo per un gioco prima che sia finito. Oppure pagare per una beta che aiuta un ulteriore sviluppo. Ma la mia idea è di permettere a chiunque sia interessato di investire nello sviluppo sia finanziariamente, sia con il suo tempo. Renderemmo disponibile un kit completo a tutti gli iscritti. Almeno una build alla settimana, con codice sorgente a livello di app per coloro particolarmente portati a lavorarci sopra.

Il nostro avvocato sta lavorando sui termini e condizioni, quindi tutto ciò accadrà

 

Pochi mesi ed ecco che la macchina “project CARS” si mette in moto, l’11 ottobre 2011 vengono aperte le sottoscrizioni e in tempi relativamente brevi viene raggiunto l’obiettivo, quei 3.750.000 euro necessari a finanziare il progetto, inclusa la quota investita dagli stessi SMS, di 1.500.000 euro.pCARS_the_begin

I sottoscrittori iniziano così a partecipare attivamente allo sviluppo, con build giocabili e scaricabili quotidianamente, settimanalmente o mensilmente a seconda del tipo di sottoscrizione, e diventano di fatto investitori che riceveranno un ritorno in termini economici a seconda dei risultati di vendita di Project CARS.

Il contenitore che accoglie questo progetto non è stato pensato solo per Project CARS, ma è aperto anche ad altre iniziative, non necessariamente dello stesso tema o simili, che volessero utilizzarne la struttura e il sistema di finanziamento, il suo nome dice tutto: “World Of Mass Development“.